Omaggio a Fernando Birri

“Fernando Birri è il Padre del Nuovo Cinema latinoamericano”.

Gabriel García Márquez

 

Inaugurazione XXXI Festival del Cinema Latino Americano di Trieste
ICTP - CENTRO INTERNAZIONALE DI FISICA TEORICA

Aula Magna - Strada Costiera 11 - TRIESTE
sabato 22 ottobre ore 20.30

Birrilata, una vuelta en tren
(Argentina, 2015 - 64min) 
di Lorena Yenni 

Film documentario - Sottotitoli in italiano

Omaggio a Fernando Birri
  • versione italiana

doc Omaggio a Fernando Birri - Birrilata

La proiezione di questo film dedicato a Fernando Birri rappresenta un caloroso omaggio al maestro che dal 1995 ricopre il ruolo di Presidente dello stesso Festival.

 

Birrilata

Il film-documentario racconta la vita di Fernando Birri nel contesto di storia del cinema e delle lotte degli anni Sessanta e Settanta in America latina.

“Birrilata” è stato realizzato negli atelier della Escuela de Carnaval per bambini, bambine e giovani nel Centro Culturale e Sociale El Birri.

Il film è stato proiettato in anteprima mondiale lo scorso 30 settembre a Santa Fè, in argentina, città di nascita di Birri.

Sul film Fernado Birri ha dichiarato:

“Benvenuto sia il film Birrilata, un giro in treno di Lorena Yenni e della sua valente équipe. Cornucopia di felicità, colma di movimenti, di rumori, di vita. Benvenuto a Santa Fe, regno del surubì di carta argentata. Benvenuto il suo immaginario iconoclasta, acqua benedetta del Paranà, fede per chi non ne ha più, allegria per chi è triste, forza per i deboli, resistenza per chi ha perso i sensi, presenza per i dimenticati, futuro per gli incompresi, luce per i ciechi, grancassa per i sordi.”

 

Il film

Birrilata, un giro in treno è uno dei tanti possibili viaggi nel tempo, attraverso un dialogo tra l’illusionista e cineasta George Méliès, che all’inizio del XX secolo affermò che il cinema ha la capacità di afferrare i sogni e il poeta e cineasta Fernando Birri, che all’inizio del XXI secolo completa quest’affermazione con la domanda: “E quali sogni non abbiamo ancora sognato?”.

GUARDA IL TRAILER DEL FILM:

 

La regista

Lorena Yenni è laureata in Design dell’Immagine e del Suono all’UBA (Universidad de Buenos Aires); ha studiato anche Educazione per le Arti Audiovisive all’UNSAM (Universidad Nacional de San Martín) di Buenos Aires. Partecipa alla realizzazione di documentari sociopolitici per Ojo Obrero dal 2001 e ha lavorato nel cinema pubblicitario, nel coordinamento della postproduzione per América TV e nella produzione generale di documentari per Pramer SCA.

 

Note biografiche su Fernando Birri

Fernando Birri (Santa Fe, 13 marzo 1925) è un regista (ma anche attore) argentino. È cittadino argentino e italiano e oggi vive a Roma.
È considerato il padre del nuovo cinema latino-americano.
In giovane età si interessa di teatro e di poesia, prima di trasferirsi a Roma per studiare al Centro Sperimentale di Cinematografia dal 1950 al 1953.
Nel 1956 fa ritorno a Santa Fe per fondare l'Istituto di Cinema nella Universidad Nacional del Litoral.
Tra il 1956 e il 1958 dirige il documentario Tire dié, ed elabora il manifesto "Per un cinema nazionale, realista, critico e popolare". Nel 1961 vince il Premio Opera Prima al Festival di Venezia per il film Los inundados. Nel 1972 è nel cast come attore nella pellicola di Ansano Giannarelli Non ho tempo.
Il 4 giugno 2010 ha ricevuto il Premio d’Onore del Festival Internazioanel di Cinema di Innsbruck che gli dedicò la retriospettiva “Sognare ad occhi aperti”
Il 7 giugno 2010 ricevette il Cóndor de Plata conferito dalla Asociación de Cronistas Cinematográficos de la Argentina.

 

Il regista argentino ha origine friulana e oggi vive a Roma. Egli ha origini italiane e per la precisione friulane.

Alla fine dell’Ottocento infatti suo nonno, anarchico contadino di santa Maria La Longa, paesino rurale nella bassa friulana, fu portato a Genova e imbarcato verso l’Argentina.