edizione più recente: Cinelatinotrieste edizione 2017

Grandi pellicole, inediti, retrospettive e approfondimenti

Il “Festival del Cinema Latino Americano di Trieste”, la più vasta rassegna in Europa sulla produzione cinematografica, documentaristica e video del continente latino-americano, giunto quest'anno alla 29ª edizione, si svolgerà dal 18 al 26 ottobre 2014.

  • versione italiana

pubblicato il: 17 ottobre 2014

pdf ita Grandi pellicole, inediti, retrospettive e approfondimenti

Tre sono le location del Festival: il Teatro-Cinema dei Fabbri, l'Auditorium del Museo Revoltella, e il Circolo Culturale Knulp.

Il Festival è organizzato dall'APCLAI che propone una selezione di 56 opere in lingua originale e sottotitolate a cura della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell'Università degli Studi di Trieste.

Patrocinato dall'Istituto Italo-Latino Americano, dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e sostenuto dalle principali istituzioni regionali, il Festival è diretto da Rodrigo Diaz e presieduto da Fernando Birri, considerato il padre del nuovo cinema latino-americano.

La Giuria internazionale è presieduta dal regista, sceneggiatore e produttore Ferdinando Vicentini Orgnani e composta dalla sceneggiatrice Patrizia Rosso, il regista, produttore e docente argentino Daniel Hechim, la produttrice e regista argentina Roberta Sanchez e la scrittrice Anna Rosa Dusconi.

La cerimonia di apertura del Festival si terrà il 18 ottobre alle ore 19.00, presso l'Aula Magna del Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” (Strada Costiera 11) dove, oltre ai saluti delle Autorità, sarà conferito il premio Salvador Allende alla memoria dell'ambasciatore di origini parentine Tomaso de Vergottini che, con l'impegno della moglie Anna Sofia de Vergottini, presente all'inaugurazione, ha saputo mettere in salvo molte vite durante gli anni della repressione militare cilena. 

In occasione del festival, anche Koinè Nuove Edizioni vuole celebrare quale proprio autore de Vergottini, mettendo a disposizione gratuitamente il volume "Cile: diario di un diplomatico (1973 - 1975)" in versione digitale. Il libro è scaricabile al seguente indirizzo:
http://www.edizionikoine.it/cile-diario-di-un-diplomatico-%281973---1975%29.php 

A conclusione della serata di apertura, avrà luogo la proiezione del film “Ardiente paciencia”, di Antonio Skármeta. Si tratta della versione cinematografia de “El cartero de Neruda”, girato dall’autore del romanzo, una decina d’anni prima che ne venisse tratto il film “Il postino”, diretto da Michael Radford e interpretato da Massimo Troisi.

Nella principale sezione competitiva ”Concorso Ufficiale” sono presenti sedici film di recente produzione e inediti in Italia e provenienti da 11 Paesi dell'America Latina.

Nella sezione “Contemporanea”, sono 12 le opere provenienti da 9 diversi Paesi.

L'“Omaggio a Gabriel Garcia Marquez”, il Premio Nobel letterario scomparso nell'aprile di quest'anno, porterà in sala alcune rare opere appositamente scritte per il cinema dallo scrittore colombiano e sottotitolate in italiano: Memoria De Mis Putas Tristes (2011), Un señor muy viejo con unas alas enormes (1988), El año de la peste (1978), El Gallo de Oro (1964).

Come ogni anno il “Premio Malvinas”, realizzato con la collaborazione delle istituzioni cinematografiche dell’Argentina, sarà conferito al film che meglio rappresenta i valori del rispetto e dell'osservanza del diritto internazionale e vedrà la nutrita partecipazione di 53 studenti provenienti dalle scuole superiori di Trieste, quali componenti della giuria (Nordio, Petrarca, ISIS Carducci Dante).

Il coinvolgimento delle giovani generazioni prosegue con il “Premio Mundo Latino”, che vede sedere in giuria una rappresentanza di studenti del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico, istituzione con la quale il Festival collabora da oltre 20 anni. 

La Retrospettiva di Dunav Kuzmanich, cineasta cileno che ha saputo raccontare attraverso il cinema, le grandi problematiche relative alla violenza nel suo paese di adozione, la Colombia, comprende quattro film in programma all'Auditorium del Museo Revoltella: Canaguaro (1981), Ajuste de cuentas (1984), El día de lasmercedes (1985), Mariposas (1986).

Per conservane la memoria e diffondere il metodo di lavoro del regista scomparso nel 2008 è stata fondata nel 2008 a Medellin, città dove ha vissuto per quasi due decenni, la Dunav Kuzmanich Corporation, costituita da più di trenta registi cinematografici e televisivi, professori, artisti, attori, media e giornalisti.

Non mancherà anche quest'anno la sezione “Salon Spagna” con nove produzioni audiovisive di produzione o distribuzione prevalentemente spagnola e il concorso “Il Meglio di Florianopolis 2014”, con tredici tra i più bei film, pellicole di animazione e cortometraggi dalla capitale dello Stato di Santa Caterina in Brasile.
Per la sezione “La memoria del Festival” verrà proiettato al Teatro-Cinema dei Fabbri, il film inserito dall'Istituto Britannico del Cinema fra le migliori 150 pellicole di tutti i tempi “Memorias del Subdesarrollo” del regista cubano Tomás Gutiérrez Alea.

 

Download

Programma di sala (310 KB)

Catalogo del Festival (7,7 MB)

Sezioni del Festival (1,6 MB)

ACCREDITI

Gli accrediti Stampa che danno diritto all'ingresso a tutte le proiezioni della Rassegna, saranno erogati ai responsabili di redazione, giornalisti e pubblicisti che ne faranno richiesta all'Ufficio Stampa allegando, oltre alle generalità personali, le pubblicazioni prodotte in relazione alla XXIX edizione del Festival del Cinema LAtino Americano di Trieste.

Locandina del Festival

Festival del Cinema Latino Americano di Trieste - XXIX edizione - dal 18 al 26 ottobre 2014

locandina (alta definizione)